La Spagna e il lenimento della ferita

sdfggsdfgd

di FEDERICO PACE  (tratto da “La libertà viaggia in treno”, Editori Laterza)

“Aragona, Castilla-León. Si incrociano le regioni, ma si continua a salire. Sagides e Urex de Medinaceli. I piloni azzurri dell’alta velocità e questa terra d’oro secco e le recinzioni in legno abbandonate intorno a Vilaseca. Viene da pensare a un treno su Marte.

La donna, guardando fuori dal finestrino, eppure rivolgendosi all’uomo, accenna a un viaggio compiuto tantissimo tempo prima con la madre, da Madrid a Barcellona, quando era ancora bambina. Si sente appena la voce dell’uomo chiedere qualcosa. Poi la risposta di lei. Sì, è la prima volta che torna a Madrid.

Dopo tutto quel tempo, dopo tutto il vuoto che s’era aperto. L’uomo dà l’idea di aver pensato che alla fine quel messaggero, quel lenimento della ferita, stia sul punto di arrivare…”. (Federico Pace, La libertà viaggia in treno, Laterza)

——–
IN LIBRERIA:
—>> “La libertà viaggia in treno”, Federico Pace (Laterza)

—>> “Senza volo. Storie e luoghi per viaggiare con lentezza”, Federico Pace (Einaudi)
—->> “Controvento”, Federico Pace, (Einaudi) in libreria dal 16 maggio 2017)

GLI EBOOK:
—>>“La libertà viaggia in treno”, Federico Pace (Laterza)
—>>“Senza volo. Storie e luoghi per viaggiare con lentezza”, Federico Pace (Einaudi)