Londra Parigi e la bellezza delle stazioni

fsdfsdsdfsd

di FEDERICO PACE  (tratto da “La libertà viaggia in treno”, Editori Laterza)

“Nella mente del viaggiatore questo treno è una corsa ad occhi chiusi, dove il tempo sparisce in un istante. Se lo immagina come un battito di ciglia. Un modo per sperimentare la velocità e superare il mare senza vedersi costretto ad affrontare la spericolata arditezza di un volo in aereo. Lo sorprende allora il viaggio, perché quando ci sale sopra e si prepara a passare per la cruna dell’ago del tunnel sotto il canale, s’accorge di quel che forse ancora non sapeva o non aveva saputo immaginare.

Tutto ha inizio nel centro di Londra. Dopo aver percorso Euston Road, si passa attraverso le porte neogotiche della St. Pancras Station, la grande grotta-cattedrale d’arte vittoriana costruita più di centotrenta anni fa, restaurata e riaperta nel 2007. Da subito ci si guarda intorno. Le guglie e gli archi, lo stupore e la meraviglia. Quel che valeva un tempo sembra valere ancora. Una stazione ferroviaria conserva bellezza, valore e senso e ci si sorprende della luce che arriva dall’alto, dalla tettoia a volta, grandissima e ampia, in vetro e acciaio…”. (Federico Pace, La libertà viaggia in treno, Laterza)

——–
IN LIBRERIA:
—>> “La libertà viaggia in treno”, Federico Pace (Laterza)

—>> “Senza volo. Storie e luoghi per viaggiare con lentezza”, Federico Pace (Einaudi)
—->> “Controvento”, Federico Pace, (Einaudi) in libreria dal 16 maggio 2017)

GLI EBOOK:
—>>“La libertà viaggia in treno”, Federico Pace (Laterza)
—>>“Senza volo. Storie e luoghi per viaggiare con lentezza”, Federico Pace (Einaudi)

 

.