I treni che vanno sul mare

trenimare2

“Sui treni che seguono il filo del mare anche i passeggeri sembrano diversi. Più baldanzosi e aperti. Più sereni e disponibili al dialogo. Sui treni che vanno sul mare, anche i malinconici paiono possedere un’altra luce e vivere di uno struggimento diverso, tutto particolare, quasi marino.

Anche i loro occhi, mentre il treno corre qualche volta veloce, qualche volta più piano, stanno sempre a cercare qualcosa lontano, al di là dell’orizzonte. E quando appare una nave, bianchissima, laggiù, anche loro sembrano infine trovare un po’ di sollievo…”. (Federico Pace, La libertà viaggia in treno, Laterza).

————–
IN LIBRERIA:
—>> “La libertà viaggia in treno”, Federico Pace (Laterza)

—>> “Senza volo. Storie e luoghi per viaggiare con lentezza”, Federico Pace (Einaudi)

GLI EBOOK:
—>>“La libertà viaggia in treno”, Federico Pace (Laterza)
—>>“Senza volo. Storie e luoghi per viaggiare con lentezza”, Federico Pace (Einaudi)